GAGGIANO - STORIA E PERSONAGGI - 1f

Il ricordo di Adele Colombo

Alla fine della commossa celebrazione funebre la Signora Adele Colombo, una delle amiche pił vicine a Giuditta, sale sull'altare e con le lacrime agli occhi legge questo suo ricordo.

Cara Giuditta,
Vorrei dirti semplicemente un grazie di cuore a nome di tutti quelli che ti hanno conosciuta, stimata ed amata; in primo luogo da parte delle insegnanti che hanno lavorato con te, del "Gruppo Maestri Cattolici" che tu hai fondato e presieduto per tanti anni.
Sarebbe lungo elencare tutto il bene che hai compiuto; non possiamo dimenticare che ti abbiamo conosciuta nel lontano '45, quando in bicicletta raggiungevi tutti i paesi della Pieve di Abbiategrasso (e pure Casterno, mio paese d'origine) come propagandista di Azione Cattolica.
Nella comunitą parrocchiale sei stata promotrice del "Gruppo Terza Etą", responsabile del "Gruppo Seminario" che hai sempre portato nel tuo cuore.
Come dimenticare, cara Giuditta, il tuo contributo nel campo civile e sociale quando sei stata eletta Consigliere Comunale in tempi non troppo facili....Hai sempre saputo agire con coscienza ed obiettivitą.
Da ultimo non posso dimenticare i tuoi consigli per il gruppo C.I.F. del quale facevi parte e che hai sempre sostenuto:
Sarai sempre nei nostri cuori, Giuditta, e, dal cielo, continua ad illuminarci e ricordati tutti al Signore.

ADELE COLOMBO RADAELLI

torna all'articolo