GAGGIANO - CRONACA - 6

Inaugurazione del Nuovo Ponte sul Naviglio Grande

IL 29 GIUGNO 2002 SI E' SVOLTA LA CERIMONIA A CHIUSURA DELL'IMPEGNATIVO INTERVENTO DI RISTRUTTURAZIONE


(pagina pubblicata il 15.09.2002)

Non ha voluto mancare il vicepresidente della Provincia di Milano, Dario Vermi, all'inaugurazione del ponte sul Naviglio, avvenuta il 29 giugno scorso.
Storico simbolo della comunicazione tra i due lati del canale ma anche della vitalità che ha sempre caratterizzato la zona. "Abbiamo concordato l'intervento con la Sovrintendenza che tutela quest'opera, ha detto Dario Vermi, anche in qualità di assessore ai Trasporti, Mobilità e Viabilità, che, dopo aver esaminato ii progetto, ha dato il nullaosta; un intervento atteso ormai da troppo tempo, che ci ha permesso di restituire ai cittadini un monumento storico".
Il rappresentante di Palazzo Isimbardi ha voluto tagliare idealmente il nastro di un'opera costata, oltre agli aspetti economici (1 ,2 miliardi di vecchie lire, finanziati da Provincia e Regione), anche mesi di disagi e cantieri. "Ma ne valeva la pena - commenta ii Sindaco, Giuseppe Gatti. Ora abbiamo una struttura in grado di sopportare il notevole flusso di traffico quotidiano. Senza dimenticare pedoni e biciclette, che adesso possono attraversare il canale in condizioni di sicurezza".
A guadagnarne, naturalmente, è anche l'impatto estetico complessivo. "Superata la fase di emergenza - conferma l'assessore all'Urbanistica, Maurizio Pezzotti - e tolti i vecchi parapetti, già ora la situazione è cambiata. Ma cambierà ancora di più quando tutti i lavori programmati per il centro storico di Gaggiano saranno completati. Una volta eliminati i cantieri, si potrà apprezzare meglio lo sforzo profuso in questi ultimi tempi".


Ma torniamo al ponte. Realizzato fra il 1834 ed il 1837, venne parzialmente distrutto durante la ritirata austriaca del 1859; solo quattro anni dopo, ad Italia unita, fu ricostruito. Tra il 1910 ed il 1914 si intervenne per ampliarlo, allo scopo di consentire il passaggio del tram che collegava Abbiategrasso con Milano. Un'altra guerra ne scosse la placida esistenza: durante le fasi finali del secondo conflitto mondiale venne minato, ma si trattò solo di una minaccia, seppure seria. La squadre di bonifica arrivarono nell'aprile del '46 e poi... più nulla, se non i soliti interventi di ordinaria amministrazione.
"Solo recentemente - continua l'assessore Pezzotti - la Provincia decise di metterci mano e, nel maggio dell'anno scorso, si aprì il cantiere: del vecchio manufatto sono rimaste solo le due campate che attraversano il Naviglio".
"La sede di carreggiata destinata al transito veicolare - spiegano dalla Provincia - presentava due ordini di problematiche: una più semplice, costituita dal deterioramento del manto stradale e conseguenti infiltrazioni d'acqua nel sottostante strato; una seconda, più complessa, relativa ai muri di contenimento che, sebbene realizzati in mattoni ed in forte spessore, non erano in grado di sopportare i gravosi carichi del traffico attuale, seppur limitato per tutta la lunghezza del ponte". A queste problematiche si è risposto con un progetto realizzato dalla stessa Provincia: per evitare antiestetici e poco funzionali tiranti di rafforzamento, è stata realizzata una struttura a solettone in cemento armato che poggia su pali infissi all'interno del terrapieno contenuto dai muri. In pratica, è stato realizzato un nuovo ponte sopra al vecchio. 
"Sebbene il lavoro sia giunto al termine, rimangono comunque ancora da realizzare alcuni piccoli interventi di risanamento, trattamenti superficiali e pavimentazione definitiva della passerella, il cui rinvio è dovuto a problemi tecnici (alte temperature di giugno...); il completamento è previsto entro l'anno. 

 

indice Gaggiano-Cronaca    |                                10     11     12     13     14     15     16     17     18     19     20  

 

(pagina pubblicata il 15.09.2002)


 

HOME    Il Sito    Gaggiano    Filatelia    Nel Mondo