FILATELIA - NOTIZIE FLASH - CURIOSITA' - 5

Tesi di laurea


(pagina pubblicata il  30.09.2004)

Con una tesi sul "Sistema ibrido di posta automatica" Riccardo Luppi (nella foto) si è recentemente laureato in architettura. "Fare una tesi su un generico aspetto dell'architettura - assicura Riccardo Luppi in una sua intervista - mi è sembrato monotono, per cui ho preferito puntare su un qualcosa di concreto, che potesse interessarmi a livello di progettazione e tale da essere proposto magari a qualche azienda. In buona sostanza, volevo creare qualcosa che potesse interessare veramente. Non solo. Volevo nell'occasione imparare bene un programma di design e, visto che non mi sento del tutto un architetto bensì un creativo, volevo fare un qualche cosa che colpisse l'immaginazione. Per questo ho pensato di progettare una macchina capace di unire il passato, meglio ancora il presente, con il futuro.

L'immediatezza del computer, dell'e-mail, del collegamento internet e la carta, che per sua natura è più lenta, velocizzandola tuttavia attraverso la stampa di un data matrix".
In sostanza, com'è fatta e quali servizi offre questa sua macchina?.
"Cominciamo col dire che la macchina che ho progettato è composta da una cassetta, all'interno della quale sono collocate una bilancia ed una testina a getto d'inchiostro. I servizi che può offrire sono naturalmente molteplici. Per quel che riguarda le corrispondenze, la lettera che viene inserita nell'apposita fessura può ricevere l'impronta d'affrancatura, mediante data matrix, relativa alla posta ordinaria, alla posta prioritaria, alla raccomandata e all'assicurata.
A decidere la tipologia del servizio è naturalmente il cliente, che la sceglie sull'apposito schermo, mentre il pagamento avviene con carta di credito. Terminata l'operazione, la lettera viene mandata fuori permettendo in tal modo al cliente di imbucarla nella sottostante feritola.
Di fatto il cliente postale fa un'operazione che faceva anche prima, quella dell'impostazione. Infatti fare una macchina capace di prendere la busta, stampare l'impronta di valore mediante affrancatore automatico a getto d'inchiostro, e inserire la stessa busta nella cassetta significava fare un apparecchio troppo grasso"
Per la raccomandata, tuttavia, non è previsto il codice a barre...

 

Curiosità    |                                  8          10      11      12      13      14      15      16      17      18      19      20 

 

(pagina pubblicata il  30.09.2004)


 

HOME    Il Sito    Gaggiano    Filatelia    Nel Mondo