FILATELIA - NOTIZIE FLASH - CURIOSITA' - 2

Francobollo ricamato


(pagina pubblicata il  30.09.2004)

Dopo i francobolli esaltanti il ricamo, il francobollo autenticamente ricamato. E' il Pizzo di San Gallo da 5 franchi che Berna ha prodotto, utilizzando macchine sofisticatissime, su supporto autoadesivo. Ne è venuto fuori un autentico francobollo ricamato su una trama di poliestere e filo di raso.

In Svizzera - fanno presente alle Poste elvetiche - il ricamo è un'attività con una lunga e ricca tradizione alle spalle. Il primo periodo d'oro risale a più di duecento anni fa. Si racconta che degli esportatori di San Gallo particolarmente sagaci avessero visto a Lione delle turche intente a ricamare una sottile trama di seta. Al che pensarono che si 
sarebbe potuto far ricamare delle raffinate trame di cotone. Fu un'idea vincente, perchè proprio in quel periodo in Svizzera l'avanzata dei tessuti a macchina inglesi faceva sentire il fiato sul collo a tessitori e filatori.
Nel 1773 circa 6.000 ricamatrici lavorarono per gli esportatori di San Gallo, nella Svizzera orientale e nel Voralberg. Prima della guerra mondiale del 1915/18 l'industria del ricamo, che dal 1880 era considerata in ascesa, contava su quasi 100.000 lavoratori.
Il primo dopoguerra penalizzò drasticamente l'attività del ricamo, tanto che il numero degli addetti si ridusse addirittura del 95 per cento. I primi segni di ripresa arrivarono col 1937 mentre il boom si ebbe negli anni Settanta.

 

Curiosità    |                                  8          10      11      12      13      14      15      16      17      18      19      20 

 

(pagina pubblicata il  30.09.2004)


 

HOME    Il Sito    Gaggiano    Filatelia    Nel Mondo