FILATELIA - LA COLLEZIONE - ITALIA - NOVITA'

Presidente Ciampi  -  2002  -  Emissioni di Giugno


25  -  01.06.2002   Primi francobolli del Ducato di Modena

SOGGETTO: riproduce la lira modenese con l'aquila estense il 41 centesimi chiamato a salutare il secolo e mezzo dei francobolli di Modena, usciti appunto il 1° giugno 1852, con l'adesione del Ducato alla lega postale austro-italica. A quella data il Ducato si estendeva al di qua dell'Appennino con le province di Modena, Reggio, Guastalla e del Frignano e con quelle di Massa e Carrara e della Garfagnana nell'Oltreappennino.
DENTELLATURA: 13¼ x 14
TIRATURA: 3.500.000


26  -  01.06.2002   Militari italiani in missione di pace

SOGGETTO: il dentello riproduce gli stemmi araldici delle Forze armate. A cominciare da quello dell'Esercito: lo smalto rosso per il coraggio e il sacrificio. Nel trofeo, le Armi (fucili per la Fanteria, lance per la Cavalleria, cannoni per l'Artigleria, saette a asce per Trasmissioni e Genio). La fiamma rappresenta le truppe di terra. Sopra la corona turrita, sotto il motto Salus rei pubblicae suprema lex esto (Legge suprema sia la salvezza dello Stato). E' quindi La volta della Marina Militare, con lo stemma formato dalle insegne delle quattro repubbliche marinare italiane: Venezia rappresentata dal Leone di San Marco che brandisce una spada, Genova dalla croce rossa di San Giorgio, Amalfi con la croce di Malta, Pisa dalla croce pisana. Il tutto è sormontato da una corona turrita. L'emblema araldico dell'Aeronautica Militare è formato dagli stemmi di quattro squadriglie che operarono nella prima guerra mondiale: il "quadrupede chimero" (X Sq. Sternam), il "grifo rampante" (Sq. degli Assi), il "quadrifoglio" (X Sq. Caproni), il "Leone di San Marco" (Sq. La Serenissima) ed è sormontato dall'aquila turrita, simbolo degli aviatori miitari. In chiusura lo stemma araldico dell'Arma dei Carabinieri, con l'azzurro che rappresenta l'amor patrio e la fedeltà, il rosso, il coraggio e il sacrificio, l'oro le medaglie al valore concesse all'Arma. La zampa di leone che stringe il serpente simboleggia giustizia, cautela e buon governo: la quercia significa antichità e costante  rinverdimento. In alto la corona turrita, in basso il motto Nei secoli fedele.
DENTELLATURA: 13¼ x 14
TIRATURA: 3.500.000


27  -  14.06.2002   Alfredo Binda

SOGGETTO: volto del campione e lo stesso sulla sua bicicletta. A Cittiglio, dove è nato, il centenario della nascita di Alfredo Binda, tre volte campione del mondo di ciclismo è stato festeggiato alla grande con numerose manifestazioni.
DISEGNATORE: Maria Carmela Perrini
DENTELLATURA: 13¼ x 14
TIRATURA: 3.500.000


28  -  16.06.2002   Canonizzazione di Padre Pio da Pietralcina

SOGGETTO: di grande (e scomodo) formato il francobollo mostra in primo piano padre Pio, e poi la stilizzazione della Basilica in costruzione a San Giovanni Rotondo, su progetto di Renzo Piano, e la facciata dell'Ospedale Casa Sollievo della sofferenza. Nato a Pietrelcina il 25 maggio 1887 col nome di Francesco Forgione, nella sua vita padre Pio si è trovato ad affrontare "difficoltà e dolori" accettati per amore e trasformati in un cammino privilegiato di santità. Nel giro di quattro anni, fatto che non ha precedenti, padre Pio è stato ricordato nel trentennale della morte (Italia, 23.9.1998: L. 800), in occasione della beatificazione (Vaticano, 27.4.1999: L. 800, e foglietto con valori da L. 300, 600, 900) e, ora, per la canonizzazione avvenuta alle ore 10.25 del 16 giugno 2002, con la formula di rito pronunciata da Karol Wojtyla.
DISEGNATORE: Stefano Rovai
DENTELLATURA: 14
TIRATURA: 5.000.000


29  -  21.06.2002   Eccidio della Divisione Acqui

SOGGETTO: stilizzazione dei caduti di Cefalonia nel settembre del 1943. Ciampi è stato il primo Presidente italiano che si è recato sul luogo del massacro per rendere omaggio alle vittime.
DISEGNATORE: Maria Carmela Perrini
DENTELLATURA: 13¼ x 14
TIRATURA: 3.500.000


30  -  22.06.2002   Cenni di Peppo, detto Cimabue, nel VII centenario della morte

SOGGETTO: il volto di Cristo, un particolare del quadro il Crocificco di Arezzo, attribuito a Cimabue nel 1927 da Toesca, che è stato rimesso nella chiesa di San Domenico di Arezzo a novembre del 2001, dopo essere stato sottoposto a un importante restauro.
DISEGNATORE: Antonello Ciaburro
DENTELLATURA: 14
TIRATURA: 3.500.000


31  -  24.06.2002   Bicentenario dell'istituzione del Ministero dell'Interno e dell'Istituto Prefettizio

SOGGETTO: l'immagine raffigura su un fondino celeste la stilizzazione grafica, in bianco, del palazzo del ministero dell'Interno, sul colle del Viminale, in Roma, e, parzialmente sovrapposta, la stilizzazione in oro dell'edificio di una prefettura, organo provinciale di rappresentanza del Governo. Quattro - secondo l'ex ministro dell'Interno, Claudio Scajola - sono le date significative dell'anno 1802:il 26 gennaio quando a Lione, Napoleone Bonaparte dichiara ufficialmente la nascita della Repubblica italiana; il 24 febbraio, allorchè viene istituito insieme con gli altri comparti, anche il ministero degli Affari interni; il 6 maggio in cui fanno ufficialmente la loro comparsa i prefetti e le prefetture; il 24 luglio che vede l'emanazione della legge sull'organizzazione delle autorità amministrative.
DISEGNATORE: Gaetano Ieluzzo
DENTELLATURA: 14 x 13¼
TIRATURA: 3.500.000


 

indice ITALIA 2002   |    Gennaio    Febbraio    Marzo    Aprile    Maggio    Giugno    Luglio    Agosto    Settembre    Ottobre    Novembre    Dicembre    Libretti   

 

(pagina pubblicata il 31.10.2004)


 

HOME    Il Sito    Gaggiano    Filatelia    Nel Mondo